L'azienda|Informazioni|Contattaci

Rubriche - Itinerari turistici

La Guida di Lecce
Cenni storici della città di Lecce (prima parte)

Anfiteatro, Colonna S. Oronzo, Sedile - Foto di - La Guida di Lecce - pag.8 - Capone editore Nella leggenda e nel mito si tramanda che già prima della guerra di Troia esisteva Sybaris, detta poi Lupiae (antichi nomi di Lecce), ove Malennio, figlio di Desummo e nipote di Salo, regnava dopo aver fondato la città.

A Malennio successe il figlio Dauno che, privo di discendenti, trasmise il regno alla sorella Euippa che andò sposa ad Idomeneo, re dei cretesi. Sotto il regno di Idomeneo la città crebbe di importanza, venne ampliata, sicché gli antichi considerarono questo re come il secondo fondatore di Lecce.

Questi personaggi leggendari sono ricordati dai rilievi e dalle iscrizioni che ancora nitide appaiono sulla settecentesca porta Rudiae.

Leggende a parte , Lecce nell'antichità fu interessata da numerose presenze etnico-linguistiche, che man mani si stratificarono lasciando ognuna orma di sé.

Lecce fu città messapica, sebbene non immune di influenze magno-greche.

Del misterioso popolo messapico nel Salento restano imponenti mura isodome, stazioni archeologhe, e di tanto in tanto emergono durante gli scavi occasionali tombe, iscrizioni, corredi funerari messapici di cui qualche reperto si può ammirare nel locale museo "S. Castromediano".

Tra il 269 e il 267 a.C. si compì la conquista romana del Salento.

Di questa epoca restano a Lecce alcune epigrafi, qualche rudere, un anfiteatro ed un teatro; quest'ultimi entrambi del II sec. d.C.. E' di epoca romana la colonna che regge la statua di S. Oronzo, patrono della città nella omonima piazza.

I Romani costruirono il porto di S. Cataldo, che dista 10 km dalla città. Qui approdò Augusto nel 43 a.C., proveniente da Apollonia in seguito alla notizia della morte di Cesare.

Nel territorio lupiense e in tutto il Salento, in epoca tardo imperiale, si affermò il latifondo. Patrizi e cavalieri romani si ritirarono nella quiete delle loro campagne ove costruirono splendide ville, intorno alle quali sorsero casali e villaggi, paesi che ancora oggi tradiscono la loro lontana origine.

Già nel II sec. d.C. si registra la presenza del Cristianesimo a Lecce, che fu una delle sedi vescovili più antiche d'Italia. Si tramanda che protomartire fu S. Oronzo, patrizio del luogo, che insieme a Giusto e Fortunato venne decapitato dai pagani che gli imponevano di abiurare la nuova fede.

"Seconda parte" Cenni Storici della città di Lecce >>


La Guida di Lecce - Itinerario Storico Artistico
Cenni Storici della città di Lecce: I^ parte - II^ parte - III^ parte | Primo Itinerario

La Guida di Lecce - Itinerario Storico Artistico Titolo: La Guida di Lecce - Itinerario Storico Artistico
Tipologia: Guida
Autore: Mario De Marco - Pierluigi Bolognini
Casa editrice: Capone Editore
Prezzo: Euro 6,20

120 pagine per visitare al meglio le bellezze della città barocca: storia di Lecce e 5 itinerari con fotografie tra le mura antiche di Lecce.


Il Salento
Dove si trova?!?!
Piste ciclabili: Salento guida Europea?
Storia
Arte e artigianato
Cultura e tradizioni
Strutture
Alloggiare
Ristorazione
Monumenti
Svago e divertimenti
Comuni
Sanità
Trasporti
Servizi vari
Rubriche
Agenda eventi
La Guida di Gallipoli
Itinerari turistici
Sapori salentini
Utilità
Segnala ad un amico!
Aiutaci a migliorare!
 
Copyright © 2001-2017 Salento wide web - Tutti i diritti riservati - Vietata la riproduzione anche parziale