L'azienda|Informazioni|Contattaci

Rubriche - Itinerari turistici

La Guida di Lecce
Cenni storici della città di Lecce (seconda parte)

SS. Niccolò e Cataldo - Foto di - La Guida di Lecce - pag.115 - Capone editore Caduto l'Impero d'Occidente, Lecce e buona parte della Puglia furono bizantine.

Tra il 1055 e il 1069 i Bizantini vennero a conflitto con i Normanni e così Lecce divenne contea della famiglia Altavilla. La città fu dotata di poderose mura e per il fasto della sua corte era seconda solo a Palermo, capitale del regno.

Nel 1210 tramontava la dinastia normanna, di cui restano ora a Lecce il primitivo nucleo del castello, il cosiddetto mastio di Accardo, la chiesa dei SS. Niccolò e Cataldo, oggi inclusa dal cimitero, la chiesa e monastero delle Benedettine intitolati a S. Giovanni Evangelista e la chiesetta di S. Maria D'Aurio.

Vi furono varie successioni e dinastie e il 6 dicembre 1463 il re di Napoli Ferrante D'aragona giunse a Lecce e 5 anni dopo trasformò il feudale Concistorium Principis in Sacro Regio Provincial Consiglio. In seguito elargì molti benefici alla città.

A Lecce in questo periodo si coniava la moneta. Nel 1480 avvenne il Sacco di Otranto, il Salento subì le scorrerie turche, l'anno dopo la peste mieté 15.000 vittime.

Nel 1539 Carlo V dispose la costruzione di una nuova cinta di mura per la città e di un poderoso castello che ancora oggi si leva superbo.

Lecce divenuta capoluogo di Puglia si adorna di chiese, conventi, palazzi, organi amministrativi e giudiziari, diviene centro di richiamo per la nobiltà, gli artisti e i letterati e dappertutto si nota il trionfo del Barocco.

Un Barocco particolare ed irripetibile, influenzato dalla cultura spagnola, ma reso unico dalle caratteristiche della pietra locale, duttile, disponibile ad ogni intaglio, ad ogni arabesco, dotata di un colore paglierino che dà pure calore.

In questo periodo fiorirono a Lecce architetti prestigiosi e valenti pittori.

La città di Lecce non è solo conosciuta per le sue chiese e per i suoi palazzi barocchi, ma anche per un'arte tipicissima che, sebbene realizzata con materia povera, ha prodotto e produce opere di indiscusso valore e prestigio: la cartapesta (ricordiamo la famosa fiera di S. Lucia - Lecce 13-24 dicembre).

"Terza parte" Cenni Storici della città di Lecce >>


La Guida di Lecce - Itinerario Storico Artistico
Cenni Storici della città di Lecce: I^ parte - II^ parte - III^ parte | Primo Itinerario

La Guida di Lecce - Itinerario Storico Artistico Titolo: La Guida di Lecce - Itinerario Storico Artistico
Tipologia: Guida
Autore: Mario De Marco - Pierluigi Bolognini
Casa editrice: Capone Editore
Prezzo: Euro 6,20

120 pagine per visitare al meglio le bellezze della città barocca: storia di Lecce e 5 itinerari con fotografie tra le mura antiche di Lecce.


Il Salento
Dove si trova?!?!
Piste ciclabili: Salento guida Europea?
Storia
Arte e artigianato
Cultura e tradizioni
Strutture
Alloggiare
Ristorazione
Monumenti
Svago e divertimenti
Comuni
Sanità
Trasporti
Servizi vari
Rubriche
Agenda eventi
La Guida di Gallipoli
Itinerari turistici
Sapori salentini
Utilità
Segnala ad un amico!
Aiutaci a migliorare!
 
Copyright © 2001-2017 Salento wide web - Tutti i diritti riservati - Vietata la riproduzione anche parziale